Asiago DOP

Fresco

con Caglio Vegetale

100% vegetariano.

La tradizione dell’Asiago DOP Fresco incontra il caglio vegetale estratto dal fiore di cardo, ideale per chi segue una dieta vegetariana e cerca un’alternativa al caglio bovino.

STAGIONATURA

Almeno 20 giorni in ambienti a temperatura e umidità controllata.

PASTA

Bianca o giallo paglierino, con occhiatura marcata e irregolare.

SAPORE

Dolce e lievemente acidulo, mantiene lo stesso sapore di yogurt, burro e latte di Asiago DOP Fresco a caglio bovino.

Qualità nutrizionali

Dall’antipasto al dolce,
con Asiago DOP Fresco.

SÌ FANTASIA

Orzotto ai porcini, zucca e Asiago Dop Fresco con Caglio Vegetale

Scopri di più

Pere glassate all’Asiago DOP Fresco e lamponi

Scopri di più

Tartelle dolci ai pomodorini secchi con Asiago

Scopri di più

Agnolotti alla fonduta di Asiago DOP con punte di asparagi

Scopri di più

DAL LATTE ALLA CAGLIATA
Al latte bovino intero portato a una temperatura di 35/40°C viene unito il caglio, bovino o di origine vegetale. Si avvia così la coagulazione del latte, dando origine alla cagliata.
TAGLIO DELLA CAGLIATA
Un processo che riduce la cagliata in piccoli granuli di dimensioni simili a quelle di una noce/nocciola, grazie all’utilizzo di uno strumento chiamato lira.
SEMICOTTURA
Dopo il taglio, la cagliata viene portata a una temperatura di 44°C per poi essere estratta dalla caldaia per continuarne la lavorazione.
TAGLIO DELLA PASTA
La pasta viene tagliata ripetutamente, fatta sgrondare sul banco di lavorazione, salata e rivoltata.
FORMATURA
La pasta viene porzionata e messa negli appositi stampi. Per identificare ogni forma viene applicata la placchetta di caseina numerata.
PRESSATURA
Le forme posizionate negli stampi vengono pressate con torchi manuali o presse pneumatiche per alcune ore al fine di asciugare e compattare i granuli della cagliata.
MESSA IN FASCERA
Le forme così ottenute vengono abbracciate da fascere marchianti per imprimere sui bordi la caratteristica scritta ASIAGO.
FRESCURA E SALATURA
Le forme passano almeno due giorni in ambienti con temperatura di 10/15°C e umidità all’80/85% per poi completare la salatura, a secco o in salamoia.
MATURAZIONE
L’ultima fase è la maturazione, o stagionatura: le forme di Asiago DOP Fresco tornano a riposare per almeno 20 giorni a una temperatura di 10/15°C con umidità all’80/85%.
© Copyright 2021 ©CONSORZIO TUTELA FORMAGGIO ASIAGO| P.IVA / CF: 00703580241 | Privacy Policy | Cookie Policy